26 ottobre 2019

Il tavolo tematico di TES sulla governance del servizio idrico

Romagna acque ha fattivamente contribuito alla realizzazione del tavolo tematico “Servizio idrico: governance e modelli organizzativi”, organizzato da TES, Transizione Ecologica Solidale, e andato in scena lunedì scorso al Circolo della Scranna di forlì.

 

TES è un “think tank”, un network di soggetti di ambito economico, ecologico e sociale, formatosi a Roma nel 2018 e presentatosi ufficialmente in avvio di 2019: ha lo scopo di contribuire a una transizione dell’economia verso un modello ambientalmente sostenibile, e a questo scopo si propone di animare un elaborato confronto tra personalità nazionali ed internazionali. La modalità con cui opera è quella di organizzare tavoli tematici, momenti di discussione fra invitati specifici che si occupano degli argomenti di volta in volta trattati.

 

Nel rivolgersi per la prima volta in maniera diretta al tema dei servizi idrici, TES ha scelto Forlì come sede di questo incontro (per la prima volta in Romagna) anche in considerazione della presenza di Romagna Acque: che è socia del think tank, e il cui modello di governance del servizio idrico sta ricevendo sempre maggiore attenzione anche in ambito nazionale. Romagna Acque ha dunque contribuito a favorire e a coordinare operativamente l’incontro.

 

L’evento ha visto la partecipazione di una cinquantina di stakeholders di primaria importanza a livello nazionale: fra questi Roberto Morassut, sottosegretario al Ministero dell’Ambiente; l’onorevole Chiara Braga; l’assessore al bilancio della Regione Emilia-Romagna, Emma Petitti; Michele Fina e Antonio Cianciullo, rispettivamente direttore e vicepresidente di TES; Giordano Colarullo, direttore Utilitalia; oltre ai vertici di Romagna Acque (il presidente Tonino Bernabè e il direttore generale Andrea Gambi).

La redazione si riserva di pubblicare solo i commenti che non contengano frasi ingiuriose e offensive nei confronti di alcuno.
Tutti i campi sono obbligatori