Altri impianti

Impianto dei Romiti, Montaspro e Pandolfa

L’impianto dei Romiti è stato realizzato nel 1977 e ammodernato nel 2003. Ubicato sulla conide del fiume Rabbi-Montone viene attivato stagionalmente a seconda delle esigenze della città di Forlì e riceve acqua greggia da diversi pozzi presenti nella zona circostante.

Sempre nel forlivese, in territorio urbano, sono presenti altri due impianti di trattamento: Montaspro e Pandolfa.
L’impianto di Montaspro, ubicato nella zona dell’aeroporto riceve acqua dai 20 pozzi della zona limitrofa, ed è il maggior centro di produzione dell’area forlivese. L’impianto è attivo ininterrottamente. Se occorre, parte della risorsa può essere sollevata e miscelata a Monte Casale con acqua di Ridracoli. L’impianto di via Pandolfa, ristrutturato nel 1986, riceve acqua da 5 pozzi della zona limitrofa.


Impianti nella vallata del Savio

Lungo la vallata del fiume Savio, nella zona di Bagno di Romagna ci sono 23 sorgenti e 2 opere di presa superficiali mentre la zona di Mercato Saraceno è servita da un impianto di produzione e potabilizzazione limitrofo.
In prossimità della conoide alluvionale intermedia, su cui sorge l’abitato di Cesena, ci sono due campi pozzi che alimentano, insieme alle acque dell’acquedotto della Romagna, il serbatoio dei Cappuccini.
Presso Montepetra Bassa (Sogliano al Rubicone – FC) si trova un impianto di potabilizzazione di recente costruzione in grado di soddisfare le zone adiacenti.